lunedì 9 maggio 2011

4:02:38 non e' muro ma almeno e' personale!



Alla fine questa maratona di Trieste e' andata bene. Fino ai 36km era come la speravo, poi negli ultimi 6km ho perso poco meno di 3 minuti che hanno fatto la differenza...

Ma andiamo con ordine.
Prima della partenza ritrovo un po' di amici: Vale, Stefano, Margantonio, Agnese (doublea), Foia... Sempre un piacere incontrare persone che condividono la stessa tua passione.

Per la prima volta in vita mia riesco a partire a un metro dai palloncini delle 4 ore. Nei primi km sono proprio dietro: qualche ventata mi manda anche i palloncini sulla testa! :-)
Mi trovo subito con Foia, anche lui alla caccia delle 4 ore.
Dopo pochissimo (diciamo al secondo-terzo km) visto che la strada e' larga e a stare dietro ai pacer si correva un po' stretti, decidiamo di sopravanzarli leggerissimamente. Il ritmo e' buono e le gambe girano. Il meteo e' ancora clemente: sole si', ma non a picco e qualche refolo di vento. Procediamo.
La compagnia di Foia (Francesco) e' ottima: si parla, si passa il tempo. Il percorso e' pianeggiante e i primi 20km filano via lisci lisci. Senza neanche accorgersene i palloncini delle 4 sono dietro di 500m.

Alla mezza passiamo in 1:57. Non so se sta qui l'errore che ha determinato il resto della corsa... La mia idea era, visto che tra il 20esimo e il 25esimo km c'erano tre tratti di salita decentemente impegnativa, di portarmi avanti cronometricamente fino alla mezza e poi non perdere tanto fino al 25esimo. Di li' in poi sarebbe stata leggera discesa per 10km fino al 35esimo.

Con Foia imbocchiamo la strada costiera che ci portera' al lungomare di Trieste e sono 10km in cui cerco di "estraniarmi" (anche se con uno scarso successo).
Foia, verso il 28esimo, mi stacca (finira' abbattendo il muro delle 4... bravo!) e resto solo.
Mi giro ogni tanto a vedere i palloncini e sono sempre li'. Bene cosi'.

Arrivo al 35esimo un po' affaticato nonostante la discesa: sara' il caldo, sara' altro, mah...
Da qui e' tutto piatto fino all'arrivo.

Il timore crampi diventa un fatto compiuto verso il 36esimo: primo crampo alla gamba sinistra (strano di solito e' la destra quella che mi da' problemi), retro coscia. Mi fermo un attimo e mi stretcho. I palloncini sono ancora dietro.
Riparto, ovviamente piu' cauto, e proseguo per altri 2-3km.
Nel frattempo mi affianca Vale (mjavale) che sta effettuando un recupero imperioso negli ultimi km e finira' abbondantemente sotto le 4 (3:55 se non sbaglio). Mi offre (grazie!) caramelle e acqua ma io declino l'offerta: dal punto di vista alimentare-idrico non avevo problemi... erano solo i crampi ad essere in agguato.
Poco dopo (seconda sosta crampi) i palloncini mi raggiungono. Di fatto ci sono solo i due pacer...! Li aggancio e per qualche centinaio di metri corro con loro. Scenetta epica: il pacer giovane e' in crisi (?!?!) e ogni tanto perde colpi. Il vecchio (almeno MM60) procede declamando poesie a memoria!!! Troppo grande!!!!
Sui versi de L'infinito di Leopardi mi fermo per la terza volta. A questo punto i palloncini sono andati.
Di li' in poi mi assesto su uno scadente ritmo di corsa e punto all'arrivo. Gli ultimi 500m, effetto traguardo, scatto e faccio un ottimo sprint (a dire il vero), superando due runner che avevo messo nel mirino (vittoria di Pirro...!).

Traguardo in real time: 4:02:38.
All'arrivo famiglia ed amici ad attendermi. Esordio sulla mezza per mio fratello (1:56 non male come prima) e non competitiva per moglie (figlie a casa con postumi di virus gastro-intestinale...).
Medaglia fetente ma soddisfazione (anche se non totale) per il traguardo.

Cosi' la mia quarta maratona va in soffitta.

Che dire...

- Dopo Roma non ho fatto i km che avrei voluto e questo probabilmente ha influito sulla mancata freschezza finale.

- Non accampo nessun tipo di scusa per caldo o percorso: era la giornata buona per abbattere il muro (come hanno fatto molto bene Vale e Foia)... i casi sono due: o ho sbagliato tattica (ma secondo me non era tanto fuori di testa... anche se fossi passato alla mezza un po' piu' lento non credo sarebbero cambiate le cose) oppure ieri quello valevo, e quindi va bene cosi'. Come ho avuto modo di verificare altre volte io non sono un tipo che si spreme e "muore" pur di arrivare: ascolto il mio corpo e, forse a volte un po' troppo prudentemente, lo assecondo. I crampi sono un segnale: vuol dire che non ero allenato per le 4 ore. Punto. Ripeto: va bene cosi'! :-)

- In ogni caso e' il mio personale: dopo, a questo punto, l'"anomalo" 4:07 a Trieste nel 2008, ho inanellato un 4:19 a Venezia 2010, un 4:10 a Roma 2011 e ora un 4:02... Sto progredendo e lo faccio pian piano. Credo/spero che in questo modo non vado a forzare troppo e a rischiare traumi o quant'altro. Se ho pazienza per correre per 4 ore, avro' anche pazienza per aspettare qualche mese in piu' per fare una maratona in meno di 4 ore... e senno' fa niente. E' il correrla, la maratona, che mi piace, in primis...

- Dal 26 ottobre scorso ho corso 3 maratone (in poco piu' di 6 mesi): non avrei mai creduto di poterlo fare... e tutte con miglioramenti... Ora e' meglio se riposo un po' e poi pensero' alla maratona autunnale (Venezia)... Come al solito non vorrei solo buttar via questa forma che ho ora...

- Per quel che riguarda l'organizzazione della maratona mi riservo un post successivo. Diciamo che se durante la corsa tutto e' andato ok, il post gara, dalla medaglia al ristoro, e' stato UN DISASTRO... ma ci tornero'...

28 commenti:

Caio ha detto...

Mi piace molto il tuo spirito. E complimenti per come sei riuscito a tenere a bada i crampi: potevano fare danni molto peggiori

Fatdaddy ha detto...

Complimenti Marco, un PB è sempre un PB ed i muri ancora in piedi son lì proprio per essere abbattuti alla prossima occasione!

nino ha detto...

ancora pochi mesi e a venezia lo abbatti

theyogi ha detto...

se ci credi davvero, può succedere... ;) vedi a partire più riposato?!

Rupikaber ha detto...

Innanzitutto complimenti per il PB che assume ancora più valore considerato il fattore climatico non molto favorevole (ma nemmeno drammaticamente invalidante). Non credo che la tua sia stata una tattica sbagliata, anzi, e 3 maratone in sei mesi si possono considerare "normali"! Se però il problema crampi si ripresenta regolarmente a saldare il conto negli ultimi km e, ogni volta, hai un calo alla fine, penso invece che dovresti incrementare un pochino gli allenamenti in vista della gara (non in maggio o giugno per Venezia, ovvio!). Nel mese di aprile, se ricordo bene, hai corso 13 volte con un lungo, uno solo, che sarebbe tale per la mezza, non per la maratona. E anche numerosi altri allenamenti sono a mio avviso troppo corti se punti a fare bene nella maratona. Spero non me ne vorrai per questa piccola "disquisizione" tecnica... prendila per quello che può valere, cioè niente, l'importante è fare quello che ti far star bene e un grosso in bocca al lupo per la prossima!

Marco Bucci ha detto...

Finire una maratona e' sempre un impresa.
Fare il PB lo e' il doppio.
Cio' che ti e' successo denota mancanza di esperienza in questa gara.
Li' x li' direi mancanza di sali in corsa e poco allenamento nei lunghi...
Migliorerai ulteriormente vedrai.

GIAN CARLO ha detto...

Intanto complimenti.
Per le 4h sarà alla prossima.
Di certo ti mancano ancora un certo numero di km settimanali e ci sono un paio di kiletti di troppo.
Mi raccomando concentrato sulla Coppa Italia :D

Marco "Zanger" ha detto...

@caio: grazie! effettivamente per crampi si puo' pure abbandonare...

@fat: e gia'... certo, se quello delle 4 fosse crollato non avrei avuto problemi a creare quello delle 3:50... ;-)

@nino: speriamo, basta allenarsi!

@yogi: che non senta nessuno... ieri notte, prima della maratona, ero sveglio alle 3 per i vomitini della figlia piu' grande e ancora altre due volte nella notte... se dormo la notte prima non vale!!! ;-)

@rupikaber: la tua "disquisizione" e', al contrario, piu' che apprezzata! Anche perche' sostanzialmente giusta! Effettivamente sono stato carente per quel che riguarda i km percorsi... purtroppo il tempo durante la settimana e' quel che e' ed io cerco di ritagliare le ore per la corsa di qua e di la'... Per aprile hai ragione... pochi e poco lunghi... diciamo che mi illudevo che la 42 di Roma del 20 marzo potesse compensare... ;-)

@Marco: hai ragione per la mancanza di lunghi... per i sali non so... penso di essermi alimentato bene, bevendo a tutti i ristori... o il caldo che c'era mi ha colpito in modo particolare (vista anche la mia stazza non proprio keniota) o non so... (cioe' lo so, ma faccio l'indiano...!)

@giancarlo: che te lo dico a fare... hai perfettamente ragione. + km, - kg...!!!
Concentrato! :-)

Marco "Zanger" ha detto...

@caio: grazie! effettivamente per crampi si puo' pure abbandonare...

@fat: e gia'... certo, se quello delle 4 fosse crollato non avrei avuto problemi a creare quello delle 3:50... ;-)

@nino: speriamo, basta allenarsi!

@yogi: che non senta nessuno... ieri notte, prima della maratona, ero sveglio alle 3 per i vomitini della figlia piu' grande e ancora altre due volte nella notte... se dormo la notte prima non vale!!! ;-)

@rupikaber: la tua "disquisizione" e', al contrario, piu' che apprezzata! Anche perche' sostanzialmente giusta! Effettivamente sono stato carente per quel che riguarda i km percorsi... purtroppo il tempo durante la settimana e' quel che e' ed io cerco di ritagliare le ore per la corsa di qua e di la'... Per aprile hai ragione... pochi e poco lunghi... diciamo che mi illudevo che la 42 di Roma del 20 marzo potesse compensare... ;-)

@Marco: hai ragione per la mancanza di lunghi... per i sali non so... penso di essermi alimentato bene, bevendo a tutti i ristori... o il caldo che c'era mi ha colpito in modo particolare (vista anche la mia stazza non proprio keniota) o non so... (cioe' lo so, ma faccio l'indiano...!)

@giancarlo: che te lo dico a fare... hai perfettamente ragione. + km, - kg...!!!
Concentrato! :-)

Marco "Zanger" ha detto...

@caio: grazie! effettivamente per crampi si puo' pure abbandonare...

@fat: e gia'... certo, se quello delle 4 fosse crollato non avrei avuto problemi a creare quello delle 3:50... ;-)

@nino: speriamo, basta allenarsi!

@yogi: che non senta nessuno... ieri notte, prima della maratona, ero sveglio alle 3 per i vomitini della figlia piu' grande e ancora altre due volte nella notte... se dormo la notte prima non vale!!! ;-)

@rupikaber: la tua "disquisizione" e', al contrario, piu' che apprezzata! Anche perche' sostanzialmente giusta! Effettivamente sono stato carente per quel che riguarda i km percorsi... purtroppo il tempo durante la settimana e' quel che e' ed io cerco di ritagliare le ore per la corsa di qua e di la'... Per aprile hai ragione... pochi e poco lunghi... diciamo che mi illudevo che la 42 di Roma del 20 marzo potesse compensare... ;-)

@Marco: hai ragione per la mancanza di lunghi... per i sali non so... penso di essermi alimentato bene, bevendo a tutti i ristori... o il caldo che c'era mi ha colpito in modo particolare (vista anche la mia stazza non proprio keniota) o non so... (cioe' lo so, ma faccio l'indiano...!)

@giancarlo: che te lo dico a fare... hai perfettamente ragione. + km, - kg...!!!
Concentrato! :-)

Alberto Bressan "Pasteo" ha detto...

E' un PB da ricordare e la prossima volta magari abbatti il muro delle 4 ore.Complimenti

Angi ha detto...

ben fatta Marco... io all'arrivo sono arrivato morto... forse sono io che ti ho bevuto tutti i gatorade!!!

Simone e Anita ha detto...

Marco bravo e complimenti,i miglioramenti continui fanno recuperare psicologicamente dalle fatiche

and now below the four hours
;))

insane ha detto...

Marco un applauso x la maratona e il pb. Siccome c'era già da festeggiare il Foia e la Vale sei stato ospitale e hai rinviato il tuo under 4h alla prossima quando avrai il palcoscenico in esclusiva.. vecchia volpe........;)

orzowei ha detto...

GRANDE MARCO !!
Ottima condotta di gara, peccato il lieve cedimento nel finale.
El 23 ottobre ciapemo insieme a testade "quel" muro....e te vederà come che el va zò !!

mjaVale ha detto...

Complimenti per il PB!! ...maledetti crampi, però!

francoscr ha detto...

Complimenti Marco sarà per la prossima,con quel caldo i grampi sono in agguato, più acqua e sali.

lello ha detto...

complimenti marco , finire una maratona e' sempre una vittoria e un pb e''sempre un pb ....e trieste non e'semplice..... avenezia abbatti il muro di sicuro

giovanni56 ha detto...

Prima di tutto complimenti, un personale è sempre UN PERSONALE! Poi, leggo tre le righe molta determinazione, dai, ancora qualche picconata e 'sto benedetto muro lo demolisci, scommetto entro il 2011.

Anonimo ha detto...

Ciao Marco, non ci conosciamo però devo dire che ho scoperto per la prima volta il tuo blog qualche giorno fa mentre curiosavo su goggole le caratteristiche del percorso della maratona che mi apprestavo a correre anche io!
Avevo il tuo stesso obiettivo abbattere il muro delle 4 ore dopo aver fatto Venezia (la prima) e Roma a marzo (entrambe a 4h05'). Anche io mi sono piazzato con i pacers delle 4 ore (simpaticissimi) e praticamente abbiamo corso a braccetto, ma non ti ho riconosciuto (altrimenti ti avrei fatto i complimenti per le cose simpaticissime e coinvolgenti che scrivi).
Per inciso io al 36mo (a 3h22' con 38 minuti a disposizione per fare 6km ufff) sono crollato e ho iniziato ad alternare corsa a cammino perchè sentivo che i crampi erano lì che non aspettavano altro che mordermi dietro le cosce, infatti a 500 metri dall'arrivo dopo che avevo deciso di fare lo sborone che arrivava correndo, mi sono dovuto fermare un minuto causa un crampo micidiale e perfido!!! :-)
Alla fine ho chiuso in 4h10'! Non importa adesso riposo e a giugno si riparte per la prossima!
Ciao e ti assicuro che leggerò ancora spesso il tuo blog.
Stefano

Marco "Zanger" ha detto...

@pasteo: grazie Pasteo!

@angi: ecco chi e' stato!!!! ;-)

@simone e anita: agli ordini!

@insane: da padrone di casa mi sono fatto da parte a favore dell'ospite... ;-)

@orzo: grazie, a ottobre sbreghemo!

@vale: uff, non me lo dire... :-)

@francoscr: c'hai ragione... prossima volta mi porto un barattolo di sale grosso!

@lello: grazie, speriamo! :-)

@giovanni: grazie per gli apprezzamenti. Ma si', dai... diciamo che sono determinato...! :-)

@stefano: ehi! intanto grazie per i complimenti al blog! Abbiamo seguito lo stesso percorso: Venezia-Roma-Trieste!!! Dai che la prossima abbattiamo insieme il muro (quale farai?). Che rabbia per te! Sti crampi sono proprio malefici!!!
Sarai sempre piu' che benvenuto nel mio blog!!!! Perche' non ne fai uno anche tu? :-)

Alvin ha detto...

Aiaiaia... sarebbero bastati un paio di lunghi sui 30 in più e ciao crampi e ciao muro delle 4...vabbè, tutto fa esperienza no? A Venezia uomo!

Foia ha detto...

Ciao Marco, ti ringrazio ancora per la bella compagnia grazie alla quale i primi 28Km sono andati via lisci come mai mi era capitato in maratona.
Sono sicuro che il tuo personalissimo muro delle 4 ore ormai è spacciato: a quest'ora se ne sta rintanato in un rifugio aspettando con terrore che tu vada a stanarlo per poi sgretolarlo senza pietà.
Questione di pochi mesi....

Ezio ha detto...

bellissimo racconto...non ti fissare sui tempi goditela e apprezza la bella forma che dimostri di avere.

Anonimo ha detto...

Ciao a Tutti scusate se scrivo ancora come anonimo, ma resto per il momento solo un divertito lettore!
Marco la prossima è New York, certamente non vado per abbattere il muro delle 4 ore (anche se ci proverò con tutte le mie forze e farò tutti i lunghi possibili oltre i 30 km :-), ma a detta di tutti la corsa della grande mela è dura per via delle tante salite e non è certo corsa da PB!!! quest'anno chiudo in bellezza da turista e metto km ed esperienza in saccoccia!
il 2012 è il mio anno, mentre sono sicuro che tu Venezia quest'anno lo farai ancora meglio (tra i tre percorsi è stato indubbiamente il più facile!!!).
Ciao e conto di leggere presto nuovi post tuoi!
Stefano
p.s.
per inciso io avevo il pettorale 337!!! :-)

Marco "Zanger" ha detto...

@Alvin: c'hai ragione ma so' un ragazzo...! ;-)

@foia: muro trema! Ti aspetta il trattamento "foia" anche da parte mia! :-)

@Ezio: ti quoto, qed infatti sono opto contento così, poi quello che viene viene..

Anonimo ha detto...

Ciao Marco,
scusa se scrivo ancora come anonimo, ma non conosco bene il funzionamento per iscriversi al blog e per ora mi limito al ruolo di divertito lettore.
E' vero stiamo facendo lo stesso percorso e per certi versi stiamo correndo in fotocopia, con le stesse crisi e difficoltà!!!
Ti dico solo che io a trieste avevo il pettorale 337!!! :-o
La prossima è New York, me la tolgo subito dai pensieri così almeno quando parlerò con chi non sa cosa vuol dire correre una maratona e che come prima cosa ti chiede: "sei andato a Ny?" potrò rispondere con un bel sorriso stampato in faccio: "si, ovvio!" (ehehe).
Sarà molto difficile fare il tempo perchè la corsa è molto dura e piena di salite che io soffro ancora troppo, con questo non mi arrendo in partenza, ma la prendo con molto filosofia! Per prima cosa voglio cogliere l'occasione per fare il turista, poi respirare la magia della corsa ed infine provare a battere questo fatidico muro!!! ma se non arriva pazienza, in ogni caso il 2012 è il mio anno me lo sento!
Per NY ti assicuro che farò talmente tanti lunghi da nausearmi!!! ahaha
(prima di trieste mi sono ammalato proprio quando cadeva il weekend dei 35 ufff).
Ciao
e buona corsa a tutti.
Stefano

er Moro ha detto...

solo ora ti leggo e solo ore mi complimento per la lucidità dei ragionamenti che ti accompagnano nel post-gara, in cui, come hai detto tu, valevi questo ma a volte bisogna prendersi un pò in giro, soprattutto mentre si corre (lo dico a te ma lo dico anche a me)! Come mi ha detto Hulk una volta: quando il cervello prende il sopravvento mandalo a quel paese e ragiona con le gambe!
Forse così, avresti limato questi 2'38'' ma va bene lo stesso, bravo! 3 maratone in sei mesi non è da tutti!!!
E domenica ti dirò se riesco a prendere in giro il mio di cervello!!!